«

»

Roma – Stadio Olimpico

Il sistema tensostrutturale adottato per la copertura dello Stadio Olimpico di Roma e’ costituito da un sistema di 88 tensostrutture piane con fune portante/stabilizzante e pendini verticali, ordito radialmente con un distanziamento massimo di 12m. Le funi all’esterno si ancorano, mediante dispositivi regolabili, in corrispondenza dei nodi di una struttura anulare reticolare spaziale; all’interno si collegano ad un anello interno teso.

In funzione dello stato di sollecitazione e deformazione, le tensostrutture piane sono state dimensionate diversamente e riunite in due gruppi. Al sistema di orditura radiale delle tensostrutture piane e’ associata l’orditura secondaria di supporto del manto di copertura. Le travi sono realizzate con un traliccio reticolare, esse sono sospese al livello della fune stabilizzante e vincolate in semplice appoggio Il manto di copertura, appoggiato e collegato all’estradosso delle travi secondarie tubolari ad orditura parallela, e’ costituito da una membrana in fibra di vetro spalmata con P.T.F.E.

Documento Pdf

Articoli:

1990 – Stadio olimpico 90 una copertura sospesa

1992 – Wind response of a large tensile structure the new roof of the Olimpic Stadium in Rome

Descrizione stadio Olimpico da Libro di Majowiecki _Tensostrutture progetto e verifica_

2011 – IASS – Structural Maintenance of the Tension Structure Roof – Rome Olympic Stadium